Le parole delle trasformazioni

Scopri le parole di:


Conoscere l'Europa
La patria è dove nasci o dove scegli di vivere?

Aver condiviso esperienze, aver vissuto insieme la paura, il freddo, il cibo, il tempo. L’esperienza della prima guerra mondiale e la sua memoria diventano uno dei veicoli in cui si costruisce un sentimento condiviso, fatto di emozioni comuni. Un’esperienza che dà senso e contenuto alle parole. Cameratismo, Ora, Menzogna e Nazionalizzazione della memoria sono le parole della patria, esplora il vocabolario:


Conoscere l'Europa
La guerra si combatte solo al fronte?

Il Novecento con la Prima guerra mondiale apre una nuova stagione della vita di tutti. Cambia l’economia. Finisce il lavoro artigianale e comincia una nuova fase della storia che trasforma le modalità di lavoro sviluppando nuove forme di produzione che coinvolgono tutti gli attori sociali. Nessuno escluso:


Conoscere l'Europa
Come la guerra cambia l'economia?

E ancora sull’economia… nel corso della Grande Guerra, aumenta il bisogno di risorse e la partecipazione indiretta al sostegno della nazione, trasforma il concetto di vergogna:


Conoscere l'Europa
Con il ‘900 finisce l’Europa?

E’ indubbio che cent’anni di storia siano tanti, ma le trasformazioni e le profonde mutazioni generate dal Novecento ci fanno apparire il XX come un secolo breve, intenso, e pieno di cambiamenti epocali. In ogni caso è un secolo in cui il centro si sposta definitivamente dal Mediterraneo all’Atlantico e poi dall’Atlantico al Pacifico per poi non avere un centro unico: nasce il cosmopolitismo. Assieme alle altre, due nuove parole iniziano a farsi conoscere come le intendiamo noi oggi “lost generation” e “americanizzazione“:


Conoscere l'Europa
Il dopoguerra è davvero la fine della guerra?

Il mito della vittoria cambia forma con la Grande Guerra:


Conoscere l'Europa
La nostra patria è il mondo intero?

La Prima Guerra Mondiale è finita e le grandi potenze del mondo si incontrano, trattano, si confrontano nella Conferenza di Pace del 1919. Si trasformano i linguaggi, i luoghi, la concezione dello spazio, e nuove parole entrano nel linguaggio comune assumendo il significato che oggi ci accompagna attraverso i mass media:”Responsabilità”, “Sicurezza Collettiva”, “Pubblicità / Segretezza delle diplomazie”:


Democrazia è partecipazione
Chi mi rappresenta?

La frammentazione delle identità collettive rende difficile per i corpi intermedi esercitare la loro funzione di filtro: i cittadini tentano di incidere direttamente nelle decisioni pubbliche, mettendo in crisi il concetto stesso di rappresentanza.


Democrazia è partecipazione
Votare è l'unica forma di partecipazione?

La sfiducia nei confronti della politica, il rifiuto dei partiti mainstream e la volontà di incidere direttamente nelle decisioni pubbliche hanno sbocchi diversi: da una parte emergono partiti e movimenti populisti che si affidano alla mediazione di un leader; dall’altra soggetti politici che fanno del coinvolgimento dei cittadini il loro punto di forza.


Democrazia è partecipazione
Che fine ha fatto la sfera pubblica?

Le trasformazioni della comunicazione e lo sviluppo dei nuovi media hanno un impatto sia sul discorso e sull’azione politica che sull’organizzazione delle imprese dei media: i mezzi di comunicazione tradizionali perdono il monopolio dell’informazione, le narrazioni prendono il posto delle ideologie.


Futuro sostenibile
Come nutrire il pianeta in modo sano e sostenibile?

Per affrontare le urgenze che il tema della nutrizione impone è necessario identificare soluzioni mirate a garantire la sostenibilità dei nostri sistemi alimentari, anche alla luce del portato valoriale che ciascun alimento porta con sé: dalle pratiche di sociabilità associate al momento del suo consumo alla storia che si cela dietro ogni cibo condiviso in tavola.

Risorse, conoscenze e territori sono gli ingredienti da miscelare per dar vita a un percorso condiviso, sano e consapevole.


Futuro sostenibile
Come raggiungere stili di vita sostenibili?

La disuguaglianza è un fenomeno articolato che ha molteplici cause d’origine e diverse forme di manifestazione. Per intervenire in modo efficace è necessario dotarsi di chiavi di lettura appropriate e  improntare un’attenta analisi dei concetti che ne sottendono la comprensione.


Futuro sostenibile
Come saranno le città del futuro?

Cosa rende una città sostenibile? In che modo i suoi cittadini possono contribuire a renderla un polo di innovazione sociale oltre che tecnologica? Quali spazi di dialogo si aprono tra cittadini e istituzioni in una città umana? La comprensione di alcuni concetti chiave ci aiuta a capire le potenzialità del paradigma della smart city.


Futuro sostenibile
Come sarà il futuro del lavoro?

I cambiamenti del mondo del lavoro generano conseguenze sia relativamente alla formazione e ai profili professionali degli individui, sia sulla stabilità e sulla qualità della vita degli stessi.


Se sei interessato a ricevere gli aggiornamenti sull’offerta formativa di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli puoi scrivere a:
formazione@fondazionefeltrinelli.it
Scuola di Cittadinanza Europea