Kit didattico

La “Grande guerra” dell’informazione

La Prima guerra mondiale, più di ogni altro conflitto precedente, metterà in gioco l’intenzione di conquistare i cuori e le menti delle varie fasce della popolazione, dei soldati come dei civili nonché delle donne e dei più giovani, prima esclusi da questo tipo di “preoccupazioni”. E, nel suo carattere di mobilitazione totale, porterà al confezionamento e al perfezionamento di tecniche di persuasione, modalità di manipolazione, saperi collegati a quella che veniva chiamata la psicologia delle folle e all’applicazione su larghissima scala delle metodologie di vario genere già impiegate nella pubblicità commerciale. I governi e gli stati maggiori si posero il tema di convincere quelle che, nelle liberaldemocrazie, erano già diventate da qualche tempo, opinioni pubbliche, e di forgiare, nei regimi autocratici, le volontà del “popolo”. E la Grande Trasformazione darà origine così alla nascita a pieno titolo delle scienze della comunicazione, e sperimenterà le avvisaglie e le anticipazioni di quello che, in altra epoca, verrà definito lo “spin doctoring”, l’insieme delle strategie di manipolazione politica attraverso la comunicazione, volte a persuadere l’opinione pubblica e a conquistarne il consenso. Al contempo, la propaganda verrà contrastata dalla “contro-informazione” di forze politiche, organizzazioni sindacali e soggetti associativi legati al movimento operaio, di cui sempre questo percorso intende dare conto.


Risorse del Kit

Per accedere ai materiali didattici scaricabili gratuitamente è necessario inserire alcuni dati preliminari.


Potrebbero interessarti anche i seguenti kit didattici



Vai al percorso tematico

Che fine ha fatto la sfera pubblica?

La frammentazione delle identità collettive mette in crisi il concetto di rappresentanza
Se sei interessato a ricevere gli aggiornamenti sull’offerta formativa di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli puoi scrivere a:
formazione@fondazionefeltrinelli.it
Scuola di Cittadinanza Europea